Svastica buddhista

La Svastica è una parola sanscrita “svastika“: il prefisso sv– sta per “bene”, mentre –asti– è la congiunzione del verbo essere e –ka è un diminutivo. Quindi, la parola svastica viene letteralmente tradotta come “piccola cosa che porta benessere!

Questo simbolo nasce centinaia di anni fa. Rappresenta un potente portafortuna!

Nei paesi orientali la svastica si può trovare affissa sui templi o oggetti religiosi:

Croce uncinata indiana

Molte persone però associano questo simbolo ai nazisti, questo perchè il simbolo è stato rubato da Hitler e pubblicato da egli stesso nel 1920 su una bandiera per i suoi scopi maligni e soprattutto per propagandare il nazismo non solo in Germania, ma nel resto d’Europa.

Piccola differenza da notare:

quello a sinistra è la svastica originale, mentre quella a destra la svastica nazista. Quindi i nazisti capovolsero questo simbolo facendolo diventare un rappresentazione di male e terrore.

Tornando in Asia, nell’arte giapponese la svastica viene definito Manji. Se è girato verso sinistra raffigura l’amore, al contrario se rivolto verso destra raffigura la forza e l’intelligenza.

Infatti nelle arti marziali giapponesi viene cucina una svastica sui loro abiti.

Questo emblema è un segno religioso. In India indica il Sole, l’infinito e armonia universale secondo la tradizione buddhista. Anche nella visione induista mantiene il suo originale significato.

Nell’Induismo utilizza la svastica rivolta verso destra per raffigurare il dio Visnu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...